Rilevazione delle allergie

Allergie: un argomento molto sensibile.

Cos’è un’allergia?
Se il corpo assorbe una sostanza nell’aria attraverso il naso, la pelle o il tratto gastrointestinale, il sistema immunitario verifica se è un agente patogeno o no. Se questo è il caso, viene combattuto da una complessa reazione di difesa. Occasionalmente, il sistema immunitario non fa distinzione tra le sostanze nocive e quelle non problematiche e improvvisamente si difende contro sostanze innocue, i cosiddetti allergeni, come ad esempio pelli del gatto, polline d'erba o acari della polvere. I sintomi allergici di solito non si verificano al primo contatto con l'allergene, ma dopo un incontro ripetuto. Quando i sintomi tipici sono evidenti, la reazione viene chiamata allergia.

Chi sono i soggetti più colpiti?
Gravemente oppure solo lievemente, molte persone soffrono di allergie. Negli ultimi 50 anni il numero di persone affette da allergie è cresciuto rapidamente. Si stima che un europeo su due sarà allergico (studio EAACI) entro il 2025. Anche se chiunque può sviluppare un'allergia nel corso della sua vita, c’è chi ha una predisposizione genetica. Le persone con questa predisposizione hanno maggiori probabilità di soffrire di febbre da fieno, asma bronchiale allergica e allergie alimentari.

Cosa si può fare per rilevare un'allergia?
Un semplice self-test può aiutare a identificare una reazione allergica contro gli allergeni più comuni:peli del gatto, pollini di graminaceee acari della polvere. Diagnosticare sei sitomi sono riconducibili a un'allergiaè fondamentale per individuare la terapiapiù corretta.Sapere a cosa si è allergici può aiutare ad evitare l’allergene innescante.

Quali sono i sintomi tipici?
I sintomi allergici possono essere di vario tipo. Si possono avere sintomi respiratori, come raffreddore o asma e gonfiore agli occhi oppure eruzioni cutanee come prurito, arrossamento e eczemi.
Donna-allergica-sintomi;